La fuga premia Valls! Nibali e Aru attaccano

La lunghissima sesta tappa del  Giro d'Italia 2018 UVIS - Stagione 13, da Ferrara a Bibbiena, si è rivelata molto insidiosa grazie alle difficoltà rappresentate dal Passo della Calla e dal Passo Fangacci.

L'eroe di giornata è stato Rafael Valls (Movistar) che, grazie a una fuga da lontano, ha conquistato entrambi i GPM di giornata e anche la tappa battendo allo sprint a due Laurens Ten Dam (Sunweb). Alle loro spalle, i migliori sono stati Vincenzo Nibali (Bahrain-Merida) e Fabio Aru (UAE Emirates) che hanno attaccato a sei chilometri dal traguardo anticipando il resto dei migliori di 34 secondi.

Christian Cavalieri (Quick-Step Floors) ha dimostrato ancora una volta di essere in ottima forma regolando questo gruppetto davanti Tommaso De Marchin (Dimension Data), Fabio Andreoli (BORA-hansgrohe) e al redivivo Maximilian Miller (Katusha-Alpecin). La notizia principale della giornata è però il ritiro, a seguito di una caduta, della maglia bianca Gabriele Currego (Mitchelton-Scott) e del settimo della classifica generale, Rigoberto Uran (EF-Drapac). Il meno grave è proprio il colombiano, che si è procurato la frattura di una costola, mentre l'italiano se la dovrà vedere con un braccio rotto.

Promossi e bocciati

Promossi
Rafael Valls
L'operazione maglia azzurra è partita per lo scalatore spagnolo, che ha anche già una tappa in saccoccia. 

Bocciati
Gabriele Currego
La sfortuna lo ha colpito proprio quando aveva già la maglia bianca saldamente sulle spalle. Auf wiedersehen!

Il personaggio del giorno

Vincenzo Nibali e Fabio Aru
I più grandi avversari degli UVIS oggi si coalizzano e lasciano tutti al palo. Si tratta di un antipasto di quello che ci aspetta?