Tour de France 2021, Riccardo Zucchi e Mikhail Novitopolsky sbaragliano la concorrenza

Il Tour de France 2021 UVIS è tornato finalmente a premiare i nostri corridori.

A sorpresa il migliore è stato Riccardo Zucchi (Movistar) che corona finalmente una lunghissima carriera da professionista con il primo Grande Giro a quasi 35 anni. Una prova, condita dai successi di tappa a La Planche des Belles Filles e a cronometro a Pau, molto regolare per il passista-scalatore romano che durante la premiazione sui Campi Elisi era felice come una Pasqua. Sul podio insieme a lui è salito un altro capitano di lungo corso del mondo UVIS, Mikhail Novitpolsky (Intermarché-Wanty-Gobert) che con una vittoria di tappa sul Tourmalet e tre settimane molto attente, ha confermato i bei progressi fatti vedere l'anno scorso al Giro. Gradino più basso del podio invece per Richard Carapaz (INEOS-Grenadiers) che ha beffato proprio sul filo di lana Giacomo Marquetz (Deceuninck-Quick-Step), quarto qui dopo il quinto posto del Giro.

Top ten anche per Carlo Malvestio (Team DSM) che anche quest'anno ha fatto l'impossibile per far saltare il banco in salita ma senza fortuna. L'anno scorso fu quinto, quest'anno addirittura ottavo. Dopo due settimane solide, non riesce invece a entrare tra i primi dieci Giuseppe Nappi (Astana-Premier Tech), che vince una tappa ma che crolla nelle ultime tappe.

Strepitoso invece il Tour de France di Nino D'Agata (Ag2r Citroen) che stravince la classifica a punti portandosi a casa sei tappe e ben figurando anche in alcune tappe di montagna. Se sapesse andare anche a cronometro sarebbe diventato il nuovo Eddy Merckx. Si sono fatti notare anche Warren Barguil con tre vittorie di tappa e Mikel Landa con due.